BEAUTY AND WELLNESS WITH EXERCISE AND NUTRITION

Senza categoria

PROPRIETA’ E BENEFICI DEL VINO ROSSO

Il vino rosso è una bevanda alcolica consumata fin da tempi antichi nell’area mediterranea. Gli antichi greci e egizi scrivevano spesso del consumo di questa bevanda. In particolare la diffusione del vino in quest’area era dovuta al clima favorevole alla coltivazione della vite. Il vino nasce dalla fermentazione del succo di uva derivato dalla spremitura degli acini. Il succo che deriva dagli acini è quasi sempre di colore giallognolo e rimane chiaro oppure diventa nero o rosato a seconda della qualità dell’uva. Il processo che trasforma il succo di uva in vino è detto “vinificazione”. Infatti questo processo è favorito da molecole presenti sulla buccia dette antocianine. In particolare questa bevanda era apprezzata per le sue proprietà inebrianti. Poi anche si adattava bene ai banchetti che erano una occasione di convivialità. In più aveva un grande ruolo nelle società antiche così come anche in quelle moderne. Ma era soprattutto in simbolo di allegria. Per esempio divenne un elemento fondamentale delle feste civili e religiose. Cioè ha un ruolo importante nella liturgia religiosa cristiana. Anche alcune interpretazioni religiose gli davano una connotazione negativa. In altre parole ci sono stati momenti e credenze religiose che lo connotavano negativamente. In particolare un abuso di questa bevanda non è salutare. Cioè berne quantità esagerate produce una intossicazione da alcool. In altre parole il vino ha proprietà benefiche in quantità moderate ma può essere nocivo se si esagera con il suo consumo. Specialmente un frequente abuso di questa bevanda può provocare danni da intossicazione al sistema nervoso.

PROPRIETA’ ORGANOLETTICHE

https://www.starbene.it

Il vino rosso possiede numerose proprietà organolettiche. Deve essere ovviamente bevuto con moderazione infatti contiene solitamente quantità variabili di alcool etilico tra il 11% e 13%. E’ noto che quantità eccessive di alcool sono nocive per la salute. Bevuto in quantità non eccessive produce grandi benefici per la salute grazie a numerose molecole tra le quali la più famosa è il resveratrolo che appartiene alla famiglia dei fenoli. In particolare esso possiede proprietà antinfiammatorir, antiossidanti, antibatteriche, antitumorali, di fluidificazione del sangue.

In particolare è nota l’attività protettiva del vino rosso nei confronti delle patologie cardiovascolari. Infatti un bicchiere di vino rosso al giorno (circa 150 grammi) riduce l’incidenza di ictus da fenomeni coagulativi del 50%. Inoltre è dimostrato che un consumo moderato di vino rosso protegge il cervello dal declino cognitivo prodotto dalla malattia di Alzheimer.

Vino, Occhiali, Toast, Cheers
Calici di vino rosso
http://www.my-personaltrainer.it

 

BENEFICI CARDIOVASCOLARI

Inoltre questo vino produce notevoli benefici cardiocircolatori. Infatti contiene molecole dette saponine che legano il colesterolo nell’intestino riducendone l’assorbimento. E’ stato misurato in cavie e successivamente anche in uomini il livello di colesterolo in individui a cui è stato somministrato il resveratrolo. In particolare c’è sempre stato un calo del colesterolo, in particolare di quello LDL. In più in questi individui c’è stato anche un calo dei fenomeni infiammatori.

In più è stata rilevata una diminuzione del danno ai tessuti e al DNA prodotto dai radicali liberi che vengono combattuti dagli antiossidanti contenuti nel vino rosso.

In più è noto il contenuto nel vino rosso dell’acido ellagico che riduce la glicemia e l’accumulo di grasso nel fegato. Inoltre è stata dimostrata la proprietà antinfiammatoria della quercitina anch’essa contenuta nel vino rosso. In più ci sono altre molecole che producono benefici cardiovascolari come i tannini.

DANNI PER ECCESSO DI ALCOOL

Ovviamente oltre a parlare dei benefici di un consumo moderato del vino devo parlare anche dei problemi che produce un suo consumo eccessivo. Infatti esso contiene alcool etilico che è una sostanza ad azione nervina che può provocare fenomeni simili alla tossicodipendenza. Infatti ha azione psicotropa sul cervello. In più ha azione irritativa sul tratto digerente. In più produce acidità di stomaco oltre a reflusso gastroesofageo. Infine non dimentichiamo che provoca carenza di vitamina B1.

Inoltre i danni al fegato per eccesso di alcool possono degenerare in steatosi epatica. In più non bisogna dimenticare il danno alla salute ed estetico prodotto dalla conversione dell’alcool in eccesso in acidi grassi. In particolare essi tendono a depositarsi a livello addominale.

Quindi è bene non abusare col consumo di vino. I particolare è bene sapere quali sono le quantità ottimali che si possono bere. Inoltre è da considerare che le caratteristiche metaboliche differenti di uomini e donne consigliano alle donne di bere quantità di vino leggermente inferiori agli uomini.

In particolare un adulto sano non dovrebbe superare una quantità di alcool corrispondente a 30 o 40 grammi al giorno. Invece questa quantità non dovrebbe essere superiore ai 25 o 30 grammi negli anziani. Tali quantità corrispondono circa a 250 o 300 grammi di vino rosso negli adulti e di 200 o 250 grammi negli anziani.

 

Dott. Massimiliano Mangafà

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: