BEAUTY AND WELLNESS WITH EXERCISE AND NUTRITION

Senza categoria

BODYBUILDER VEGETARIANI E ANABOLISMO MUSCOLARE

ALIMENTAZIONE DEI BODYBUILDER

La passione per il body-building ha sempre avuto una larga diffusione soprattutto negli ultimi decenni. Di solito il bodybuilder ha in mente dei modelli da raggiungere e li identifica, spesso, sfogliando le riviste specializzate. La passione per questo sport può avere vari gradi infatti si va dalla ricerca di una moderata forma fisica si per l’uomo che per la donna con il fine di avere un bel fisico da mostrare in spiaggia fino alla ricerca di una struttura fisica da competitor. Quest’ultima ovviamente richiede grande impegno e dedizione infatti non bastano 1 o 2 ore di palestra due o tre volte alla settimana. Infatti è necessario un allenamento giornaliero e, come diceva un mio caro amico appassionato di bodybuilding, il 60% dei risultati sono basati su un appropriato regime alimentare.

Quindi mi confidava che era un po’ preoccupato perchè, la dieta del bodybuilder, richiedeva l’ingestione di una elevata quantità di alimenti iperproteici. Il suo allenatore gli aveva consigliato di preparare frittatine (senza l’utilizzo di olio) comprando il bianco d’uovo pastorizzato e mangiare molta carne e pesce. In particolare i bianchi d’uovo li acquistava in confezioni da mezzo litro di prodotto pastorizzato e, per quanto riguarda il pesce, doveva mangiare almeno 300gr. di tonno al naturale.

Equipaggiamento Per Esercizi Della Holding Della Donna
BELLA RAGAZZA IN PALESTRA

https://m.my-personaltrainer.it

http://www.vivalifitness.it

POSSIBILI DANNI EPATICI

Per limitare i danni al fegato dovuti a questi eccessi proteici il mio amico usa farmaci epatoprotettori. Comunque mi ha confidato di essere un po’ preoccupato per la sua salute perchè è noto che questi eccessi alimentari provocano danni epatici e renali. Inoltre il consumo eccessivo di tonno può provocare, nel lungo periodo, una intossicazione da metilmercurio. Inoltre è noto che l’eccesso di carne può produrre intossicazione da antibiotici oltre ad innalzamento di colesterolo e trigliceridi. 

                                                                                                                                                                                                ATLETI EVOLUTI

Ormai gli atleti “evoluti” cioè che badano alla salute e non solo alle prestazioni sportive sono sempre di più attenti ala salute oltre che ai risultati sportivi. I sostenitori della dieta vegetariana per i culturisti sostengono a ragione che essa apporta tutti gli amminoacidi necessari all’anabolismo (costruzione della massa muscolare) essendo legumi, uova, carne molto ricchi non solo di proteine ma anche di amminoacidi ramificati. La dieta preferita dai bodybuilder deve essere ricca di proteine, di amminoacidi ramificati, povera di grassi, con la quantità giusta di carboidrati e ricca di vitamine e sali minerali. Sono esattamente le caratteristiche della dieta vegetariana. Recentemente le uova sono state considerate poco nocive per quanto riguarda l’apporto di colesterolo quindi l’atleta potrebbe mangiarne tranquillamente 4 o 5 alla settimana, per quanto riguarda il latte dovrebbe scegliere quello scremato che è ricco di proteine ma poverissimo di grassi. 

    FONTI PROTEICHE VEGETALI

 La migliore fonte proteica di origine vegetale e di amminoacidi ramificati sono comunque i legumi e la soia in particolare, Ovviamente l’atleta attento ai risultati e alla propria salute dovrebbe scegliere la soia BIO e no OGM. Dovrebbe calcolare il proprio fabbisogno a seconda dell’intensità dell’allenamento e degli obiettivi da raggiungere tenendo conto che la soia ha un contenuto proteico del 36% ed una energetico di circa 400 kcal/100gr. Una persona che svolge un ridotto livello di attività fisica potrebbe mangiare fino a 40 o 50 grammi di soia al giorno che comportano l’ingestione di circa 120 mg di flavonoidi. Quindi un bodybuider agonista arriva a ingerire anche 2,5 grammi di proteine per chilo di peso corporeo. Cioè un individuo di 80 chilogrammi di peso dovrebbe ingerire circa 200 grammi di proteine al giorno (con una prevalenza di proteine ad alto valore biologico). Però io sconsiglio di praticare il bodybuilding competitivo perchè potrebbe essere dannoso per la salute e troppo stressante dal punto di vista psichico.

Immagine gratuita di a casa, abbigliamento sportivo, adatto
BELLEZZA, BENESSERE FISICO E PSICHICO
https://www.bestbody.it
http://www.salute.gov.it

Quindi consiglio di inseguire modelli di bellezza, armonia e salute praticando un bodybuiding moderato con una ingestione di proteine di circa la metà di quella del bodybuilder competitivo. Quindi per un corretto benessere del corpo e dei reni consiglierei di alimentarsi con circa 1,2 grammi di proteine per chilo di peso corporeo. In particolare, un atleta di 80 chilogrammi dovrebbe ingerire 96 grammi di proteine. Quindi bisognerebbe calcolare il contenuto proteico degli alimenti consumati durante la giornata e aggiungere la soia bio necessaria. Cioè tenendo conto che essa ha un contenuto proteico di circa il 36%.

                                                                                                         

           dott. Massimiliano Mangafà

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: