BEAUTY AND WELLNESS WITH EXERCISE AND NUTRITION

Senza categoria

DIETA PER LA PANCIA PIATTA

La trasformazione dell’eccesso energetico dell’organismo in tessuto adiposo è stata una grande conquista dell’evoluzione. Infatti nel passato il cibo non era sempre abbondante. Poi spesso si alternavano periodi di abbondanza e periodi di carenza di cibo. Cioè periodi in cui in cui il cibo scarseggiava. Poi l’organismo provvedeva alle proprie necessità energetiche utilizzando i suoi depositi di grasso. I depositi lipidici sono accumulati in particolari cellule chiamate adipociti. In particolare essi si gonfiano o sgonfiano a seconda della quantità di grasso accumulato. Poi tutto ciò è stato un grande vantaggio evolutivo. Perchè permetteva all’uomo di sopravvivere nei giorni in cui il cibo scarseggiava grazie alle riserve adipose. In altre parole l’energia in eccesso veniva usata per sintetizzare grassi che venivano accumulati nelle cellule adipose. In particolare, è essenziale una alimentazione sana e bilanciata per avere un equilibrio nella distribuzione del tessuto adiposo corporeo.

DISTRIBUZIONE DEL TESSUTO ADIPOSO IN BASE AL SESSO

https://www.silhouettedonna.it

https://www.viversano.net

Amici Felici Che Bevono Gustose Bevande Mentre Prendono Il Sole Insieme Sulla Spiaggia Nella Soleggiata Giornata Estiva
CORPO SANO CON UNA ALIMENTAZIONE ADEGUATA

Poi l’evoluzione collocò queste cellule con funzione di deposito in punti differenti del corpo a seconda del sesso. In particolare, solitamente, queste cellule abbondano sull’addome nell’uomo e sui fianchi delle donne. Infatti la distribuzione degli accumuli lipidici è determinata dagli ormoni sessuali. Cioè il testosterone nell’uomo e gli estrogeni nella donna. Oltretutto, questo è stato un vantaggio evolutivo che ha permesso all’umanità di sopravvivere in periodi di scarsità di cibo. Dopodichè, in tempi moderni, questa capacità dell’organismo è vista come un elemento svantaggioso. Cioè questo accumulo localizzato di grassi è considerato un problema estetico. In particolare i modelli estetici moderni propongono addomi piatti per l’uomo e fianchi sodi e torniti per le donne.

UNIRE ESERCIZIO FISICO E CURA DELL’ALIMENTAZIONE

https://www.dietagift.it

Cioè il raggiungimento di questi modelli estetici non è facile. Ad esempio un addome tonico richiede una sinergia tra alimentazione ed esercizio fisico. Poi è essenziale una alimentazione sana e bilanciata. L’esercizio fisico consiste in una ripetizione regolare di esercizi che spinga l’organismo ad aumentare le cellule muscolari e la loro tonicità.

Giovani Atlete Snelle Che Si Danno Il Cinque L'un L'altro Mentre Si Allenano Insieme Nel Club Sportivo
BELLEZZA CON ESERCIZIO FISICO E ALIMENTAZIONE CORRETTA

Cioè ormai l’aspetto della zona addominale è considerato soprattutto un problema estetico. Prima di tutto è essenziale una alimentazione sana e bilanciata. Poi la tutela della buona condizione della muscolatura addominale richiede un ridotto utilizzo di carboidrati raffinati. Cioè quelli ad alto indice glicemico che stimolano la produzione di insulina. In particolare questa sostanza favorisce l’entrata di carboidrati nella cellula e quindi la loro conversione in grassi di deposito. Prima di tutto, per limitare l’accumulo di depositi adiposi a livello addominale sarebbe utile preferire carboidrati a basso indice glicemico. Per esempio sarebbe utile scegliere riso integrale o parboiled. In più, prima di impostare una dieta, sarebbe utile escludere cause organiche favorenti una accumulo adiposo a livello addominale. Cioè colon irritabile, intolleranze alimentari e stress. In particolare, tutto questo potrebbe essere fatto con l’apporto di un medico competente.

QUALCHE CONSIGLIO ALIMENTARE

https://www.bellezzaebenessere.eu

Per esempio potrebbero essere sufficienti leggeri ritocchi nella dieta, aumentare l’acqua di bevanda o anche tisane drenanti o sgonfianti. In più sarebbe utile mangiare piccole porzioni di pasta o riso ( 50 – 70 grammi ) con l’aggiunta di 120 – 150 grammi di verdure. In più oltre che per il basso contenuto calorico le verdure e i carboidrati integrali sono utili per la riduzione dell’adiposità generale. Oltre che per quella addominale in particolare. Poi anche i legumi potrebbero essere inclusi in una dieta due o tre volte a settimana. Poi un’altra cosa importante è la distribuzione dei pasti durante la giornata. Cioè sono consigliati cinque pasti leggeri. In particolare questa distribuzione dei pasti serve ad evitare la concentrazione dell’apporto calorico in pochi pasti, in modo da evitare i picchi di insulina che favorirebbero l’ingresso di carboidrati negli adipociti e la loro trasformazione in grassi di deposito.

Dessert Alla Fragola
COLAZIONE CON KEFIR, MIELE, FRUTTA E CEREALI

In altre parole imposterei una dieta corretta partendo dalla colazione che non va assolutamente saltata o limitata ad un caffè e un dolce comprato in un bar. Infatti essa è un pasto importante che deve essere completo e sano. Cioè dovrebbe essere composta da circa 350 grammi di latte parzialmente scremato o kefir. In altre parole vorrei parlare di questo prodotto che ha un aspetto simile allo yogurt. Ma che è molto più completo dal punto di vista nutrizionale. Cioè contiene una grande quantità di fermenti lattici come lo yogurt. Ma è anche ricco di altre sostanze fondamentali. Cioè lieviti, fattori di crescita, vitamia B, aminoacidi essenziali. Poi, unirei al latte o kefir una porzione di cereali integrali, un cucchiaino di miele e, infine un frutto.

UTILITA’ DEL MIELE

In particolare vorrei dire qualcosa sul miele. Cioè è un prodotto dolcificante che è preferibile allo zucchero. Prima di tutto perchè ha un basso indice glicemico. Cioè perchè ha un assorbimento più lento di quello dello zucchero semplice. In altre parole stimola di meno la produzione di insulina e quindi la conversione di zucchero in grasso all’interno degli adipociti.

LEGUMI

Poi anche i legumi possono essere mangiati tre o quattro volte alla settimana in una quantità di circa 50 grammi a pasto. In più è consigliabile dividere il cibo giornaliero in cinque parti. Cioè una colazione, uno spuntino mattutino, un pranzo, uno spuntino pomeridiano e una cena. In altre parole l’utilità di aumentare i pasti durante la giornata è dovuta al fatto che è preferibile evitare lunghi periodi di digiuno. Cioè che evitino eccessivi cali della glicemia aumentando eccessivamente il senso della fame. Infatti tutto questo provocherebbe un appetito eccessivo durante il pasto successivo.

MERENDA POMERIDIANA E ALIMENTI BRUCIA GRASSI

In più consiglierei uno spuntino a base di un frutto nel pomeriggio. Infine lasera preparerei una fettina di carne due volte alla settimana. Poi una porzione di pesce altre due volte e una porzione di formaggio magro le altre tre volte. Poi queste porzioni dovrebbero essere accompagnate da porzioni di insalata. In più sarebbe utile un utilizzo moderato ma costante degli alimenti brucia grassi come papaya ed ananas.

ESERCIZI PER I MUSCOLI ADDOMINALI

In particolare per il benessere dell’addome è essenziale una alimentazione sana e bilanciata. Ma la dieta da sola potrebbe non essere sufficiente ad avere un addome tonico e piatto. Cioè la dieta è fondamentale ma dovrebbe essere unita ad un costante esercizio fisico. In particolare un numero costante di ripetizioni di esercizi per uscoli addominali. In particolare sarebbe utile farli precedere da qualche minuto di riscaldamento. Poi proseguire da serie ripetute di esercizi. Per esempio tre serie da dieci due o tre volte al giorno. Poi aumentare numero di esercizi e di serie progressivamente fino a trovare il giusto numero per mantenere gli addominali in buona salute.

Immagine gratuita di adatto, addome, addominali
ADDOMINALI ALLENATI

Ovviamente esercizi e alimentazione devono essere presenti contemporaneamente nel programma di mantenimento del tono muscolare. In altre parole la persona bene informata su come comportarsi e dotata di buona volontà potrebbe crearsi un programma di esercizi e alimentare. Cioè riuscire in maniera efficace a tonificare la propria muscolatura e limitare l’accumulo del grasso addominale. In particolare tutto questo andrebbe finalizzato non solo alla cura dell’aspetto estetico ma, soprattutto al mantenimento di un buon stato di salute.

dott. Massimiliano Mangafà

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: