BEAUTY AND WELLNESS WITH EXERCISE AND NUTRITION

Senza categoria

LAVORARE COME NUTRIZIONISTA

È cresciuta la consapevolezza dell’importanza della nutrizione per avere una vita sana. Dagli anni Ottanta televisioni e giornali e, da molti anni, Internet ci forniscono anche informazioni utili su come gestire l’alimentazione. È anche noto che non è corretto eccedere con le calorie. In più che è preferibile ridurre i grassi saturi, la carne, gli zuccheri semplici e il sale. Ossia bisogna esser attenti a tutti quegli additivi che sono spesso presenti nei cibi confezionati. In particolare i cibi conservati subiscono un processo che li rende più durevoli nel tempo.

Cioè un processo finalizzato a ridurre il più possibile il loro contenuto batterico. In altre parole i batteri sono i principali responsabili della degradazione dei cibi. Poi la loro sopravvivenza è legata alla disponibilità di acqua nell’alimento che è necessaria alla loro esistenza. In particolare la riduzione dell’acqua disponibile limita la moltiplicazione batterica. Cioè è possibile ridurre il contenuto di acqua dgli alimenti legandola a prodotti igroscopici come sale e zuccheri.

In altre parole questi additivi sono spesso presenti negli alimenti conservati. Perciò è compito del nutrizionista far comprendere al paziente il danno che alcuni tipi di alimenti conservati possono arrecare all’organismo. Cioè sali e zuccheri in eccesso possono agire negativamente sui valori pressori e sulla glicemia oltre che sul peso corporeo. In piùarebbe anche saggio preferire cibi ricchi di vitamine, fibre e antiossidanti.

IMPORTANZA DELLA NUTRIZIONE

https://www.nutrizione.com

ALIMENTAZIONE SANA
http://www.indeed.com

L’abbondanza di disponibilità di cibo negli ultimi decenni ha un aspetto negativo. Cioè, una dieta con poche regole può causare seri danni al nostro corpo con un aumento della pressione sanguigna, del colesterolo, dei trigliceridi. In più può interferire con l’obiettivo di riuscire ad avere una vita sana. In più questi problemi possono essere definiti come vere e proprie malattie del benessere. Cioè causate dall’abbondanza sulle nostre tavole di alimenti conservati e salati o ricchi di grassi spesso saturi. In effetti, questo ci fa capire l’importanza della nutrizione.

Poi spesso non è facile controllare i valori dei parametri ematici con un regime alimentare corretto solo affidandosi a internet o a quello che si ascolta in televisione. In particolare è cresciuta la consapevolezza dell’importanza della nutrizione. Cioè molto spesso la formulazione di una corretta alimentazione è compito soprattutto del dietologo. Pertanto è necessario rivolgersi a un professionista con un ampio background di studi alle spalle. Cioè, è necessario cercare un medico o un biologo con una specializzazione in alimentazione umana data l’importanza della nutrizione.

STUDIA IL PAZIENTE

Il nutrizionista, dopo aver conseguito le qualifiche necessarie per svolgere la professione, deve agire coscienziosamente. Cioè “studiando” il paziente-cliente dal punto di vista clinico e psicologico. Poi fargli capire l’importanza della nutrizione. In più comprendere le tue esigenze analizzando i valori del sangue e individuando eventuali intolleranze. Quindi applicare il calcolo del fabbisogno applicando i valori standard che si basano sull’uomo medio (maschio di 70 kg). Poi correggerli in base all’altezza, allo stile di vita e al metabolismo. L’analisi dei parametri metabolici deve essere sempre accompagnata dalle tabelle nutrizionali standard. Cioè non possono prevedere l’enorme variabilità che esiste tra gli uomini.

In particolare bisogna tenere conto dei valori ematici di colesterolo, trigliceridi, glicemia, oressione arteriosa. Cioè il nutrizionista deve valutare numerosi elementi. In più si deve tenere conto delle particolari richieste del paziente. Poi le richieste dei pazienti possono essere di vario tipo. Poi ci saranno individui che vogliono semplicemente dimagrire in maniera generalizzata. Di conseguenza vorranno una dieta in grado di fargli perdere peso in breve tempo. In più è compito del nutrizionista di consigliare i modi e i tempi giusti per il dimagrimento. Ossia sarebbe positivo che tutto questo sia graduale.

PARAMETRI EMATICI

Poi oltre a individui che voglionio semplicemente dimagrire un cliente potrebbe volere migliorare la qualità della propria alimentazione. In particolare è cresciuta alla consapevolezza dell’importanza della nutrizione. Cioè potrebbe avere scoperto di avere qualche problema nei valori ematici. Ad esempio un valore eccessivo di colesterolo. Perciò potrebbe conoscere un piano alimentare in grado di apportare benefici alla sua salute. Dopodichè il nutrizionista deve anche agire sulla psicologia del paziente. In altre parole deve comprendere se sia in grado di accettare e seguire un preciso piano alimentare.

Cioè il piano dietetico che viene proposto al paziente non deve essere drastico ma accettabile. In altre parole bisogna comprendere se dietro l’attrazione per il cibo o per cibi particolari (eccessivamente grassi o dolci) ci sono fattori psicologici che vanno curati. Poi è necessario considerare la corporatura del paziente, il sesso. l’attiività fisica. Così come eventuali patologie. In particolare è utile analizzare la psicologia del paziente e la sua sua salute. La prima con un colloquio e la seconda con esami del sangue, elettrocardiogramma, impedenziometria.

LABORATORIO PORTATILE

http://www.subito.it

Ci sono piccoli laboratori portatili che costano poco più di 5.000 euro e che possono fornire un quadro preciso degli effetti della dieta sull’organismo. Cioè in modo molto rapido e preciso. In particolare hanno il vantaggio di poter essere acquistati a rate con possibilità di agevolazioni fiscali. Cioè con un numero medio di analisi settimanali, il costo di acquisto del dispositivo può essere recuperato in pochi mesi. Oltre a questo dispositivo, il dietologo è sufficiente per acquistare una bilancia, un misuratore di pressione sanguigna. In più sarebbe utile un computer e un buon programma di razionamento del PC.

LABORATORIO PORTATILE

Ovviamente al risultato di questo programma il nutrizionista dovrà aggiungere le modifiche e le correzioni che la sua esperienza suggerirà. Inoltre dovrà sempre dialogare con il paziente e valutare il suo umore, benessere e grado di soddisfazione per la dieta che sta seguendo. In particolare è una professione che può dare enormi soddisfazioni se praticata con coscienza. Cioè vedere una persona felice per aver ritrovato una buona forma fisica. Oppure una persona con cattive condizioni di salute a causa di problemi di pressione o colesterolo elevato che ritorna in buona salute è qualcosa che non ha prezzo.

SONO NECESSARI AGGIORNAMENTI FREQUENTI

https://www.nutrizione.com

https://www.ainut.it

Chi esercita questa professione dovrà iscriversi ad un albo e aprire una partita IVA se è un lavoratore autonomo e, soprattutto, deve essere sempre aggiornato. La nutrizionistica, infatti, è una scienza in continua evoluzione. Cioè grazie alla cresciuta consapevolezza dell’importanza della nutrizione. Quindi non è possibile essere obsoleti. In particolare, negli ultimi anni la percezione del rapporto tra uomo e cibo è cambiata enormemente. Cioè, i nutrizionisti sono nati perché le persone vogliono avere una vita sana. In altre parole, si è diffusa la percezione del cibo che può essere considerato una medicina sia in campo curativo che preventivo. Infatti è impossibile avere una vita lunga e sana con una dieta scorretta.


La nutraceutica rappresenta l’evoluzione in chiave moderna di quanto affermava Ippocrate quasi 2500 anni fa. Cioè dell’importanza della nutrizione e quindi disse ai suoi discepoli: “Che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia cibo”. Allo stesso modo devo ricordare che si tratta di una vera e propria attività commerciale, quindi l’assistenza di un commercialista è fondamentale per gli aspetti normativi e fiscali.

dott. Massimiliano Mangafà

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: